mercoledì 22 marzo 2017

La donazione Savini e il cenacolo Varoliano



La donazione Savini e il cenacolo varoliano

Inaugurazione sabato 25 marzo 2017, ore 17.30

Palazzo Sforza, corso Sforza 21 Cotignola RA


La donazione Savini

Nel dicembre 2016 la famiglia e gli eredi di Giovanni e Guglielmo Savini hanno donato al Comune di Cotignola un corpo di opere comprendente dipinti, disegni, pannelli ceramici e sculture in legno, pietra e terracotta.

Questa piccola esposizione presenta per la prima volta parte della donazione ricevuta, entrata a far parte delle collezioni e raccolte del museo Varoli; la mostra sarà visibile fino a quando saranno presenti nelle sale al piano terra di Palazzo Sforza, solitamente destinate alle esposizioni temporanee, gli uffici comunali trasferiti qui in via straordinaria per lavori di ristrutturazione e miglioramento sismico della sede comunale in piazza Vittorio Emanuele II.



Giovanni Savini è nato a Cotignola il 31 dicembre del 1908 e si è trasferito a Roma nel luglio del 1936. Nel 1937 sposa, a Cotignola, Emilia Garavini. Muore nel 1995.
Pittore, scultore e ceramista, diplomato in violino al Conservatorio di Bologna, vinse il concorso al Poligrafico dello Stato prima della Seconda guerra mondiale, ma gli fu possibile prendere servizio solo alla fine delle ostilità; è stato uno dei disegnatori e bozzettisti dei francobolli post-bellici, specialmente quelli raffiguranti personaggi storici della cultura italiana quali Monteverdi, Pascoli, Avogadro…








Guglielmo Savini Roma, 1939 - 2001

Il ritratto della bella e giovane donna raffigurato in questa banconota da 50.000 lire è stato realizzato, su soggetto originale, dall’artista Guglielmo Savini, disegnatore e ideatore di soggetti numismatici presso la Banca d’Italia dagli anni 70 agli anni 90.
Presso gli archivi della Banca d’Italia è custodito il bozzetto originale di questo volto di donna, fatto a matita e recante la firma dell’artista e la data, sul lato sinistro in basso “G. Savini 1975”.

A lui si devono altre successive realizzazioni come l'autoritratto di Raffaello Sanzio e il suo “Trionfo di Galatea” che decoravano il fronte del biglietto da 500.000 lire; a Guglielmo Savini dobbiamo anche le 100.000 di Caravaggio e della “Primavera”, le 5.000 di Bellini, le 2.000 di Marconi e le 1.000 lire di Marco Polo.









giovedì 9 marzo 2017

Sette visite guidate al museo

Da lunedì 13 a domenica 19 marzo prende il via un nuovo progetto del Museo Varoli che propone, in una settimana, ben sette visite guidate intorno alla vicenda della rete della solidarietà cotignolese, ai suoi Giusti, e ai centoquarantacinque giorni di permanenza del fronte sul fiume Senio durante la Seconda Guerra Mondiale.

Lunedì 13 e giovedì 16 marzo, dalle 14 alle 15.30 
Dalle maschere di Luigi a un bambino di nome Francesco 
una visita guidata al museo, per le classi terze della scuola media di Cotignola, 
che disegna una mappa che va dai muri dipinti del progetto “Dal Museo al Paesaggio” 
al fumetto “L'Argine” di Marina Girardi e Rocco Lombardi.

Nelle mattine di venerdì 17 e sabato 18 marzo, parte il progetto fatto in collaborazione con i comuni di Conselice e Alfonsine che si intitola, prendendo in prestito il titolo del fumetto, L'Argine: un piccolo viaggio in pullman che attraversa e collega tre luoghi della memoria nella bassa Romagna: qualcosa in più rispetto a una semplice visita guidata, piuttosto un vero e proprio racconto a tappe dentro a una geografia, anche sentimentale, in cui scoprire musei, storie e persone sullo sfondo della II Guerra Mondiale e Linea Gotica.

Il percorso, rivolto alle classi terze degli istituti appartenenti ai tre comuni, verrà replicato domenica 19 marzo, giornata in cui la visita collega e congiunge il Museo Varoli di Cotignola con il Museo della Battaglia del Senio di Alfonsine e il Monumento alla Stampa Clandestina e Libertà di Stampa di Conselice.

L'immagine della campagna, realizzata da Marilena Benini, congiunge tra loro, quasi fondendoli, tre muri realizzati sul territorio della "bassa" dal Collettivo Fx. 

Il percorso, che si snoda tra museo e paesaggio, 
è sostenuto da Regione Emilia-Romagna e IBC.






Per l'occasione è stato stmapato un quaderno che potete vedere qui 
https://issuu.com/marilenabenini/docs/l_argine_brochure


venerdì 3 febbraio 2017

La Fabbrica della Cartapesta 2017

Tra febbraio e marzo la Scuola Arti e Mestieri di Cotignola diventa "La Fabbrica della Cartapesta" con il Museo e i mascheroni di Varoli a orientare una serie di laboratori che porteranno alla parata della Segavecchia di domenica 26 marzo 2017: oltre ai corsi per bambini e ragazzi - uno tutti i pomeriggi, da lunedì a venerdì - il mercoledì sera, a partire dall'8 febbbraio, inizia un laboratorio per adolescenti e adulti (la partecipazione è gratuita con prenotazione) in cui potete costruire la vostra maschera di cartapesta personale.


La fabbrica della cartapesta è un laboratorio per la realizzazione di maschere e altri piccoli oggetti da parata che si ricollega alla importante tradizione della cartapesta cotignolese fatta in occasione della Segavecchia, una tecnica povera e di recupero che nel nostro caso guarda all'uso straordinario che ne ha fatto l'artista Luigi Varoli, come ben testimoniato dai celebri mascheroni conservati nel museo.

Il corso offrirà le nozioni di base di questa tecnica e permetterà a ogni partecipante di realizzare una propria maschera personale e partecipare a qualche gruppo o parata preparate dalla Scuola Arti e Mestieri.

Il laboratorio è a cura di 

ASSOCIAZIONE CULTURALE SELVATICA

Calendario degli incontri:  

mercoledì - due turni dalle 19 alle 20.30 

e dalle 21 alle 22.30 -

8, 15, 22 febbraio, 1, 15, 22 marzo 2017

INGRESSO GRATUITO - PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Info: postaselvatica@gmail.com / 0545 42 110

martedì 25 ottobre 2016

LACRIME


Sabato 29 ottobre, Ravenna
 

Inaugurazione

> ore 16 Museo Arcivescovile, Piazza Arcivescovado 1,

> ore 17 Palazzo Rasponi dalle Teste, Via Luca Longhi 9

> ore 18.30 Museo Nazionale, Via San Vitale 17

 
Lacrime, a cura di Giovanni Gardini e Massimiliano Fabbri, è un percorso espositivo che si articola in più sedi, tre a Ravenna (Museo Arcivescovile, Museo Nazionale, Palazzo Rasponi dalle Teste) e una a Cotignola (Museo Varoli).
Accompagna la mostra, un catalogo edito da Longo Editore, Ravenna, con testi di Roberto Balzani, Massimiliano Fabbri, Giovanni Gardini. Fotografie di Raffaello di Leo e Luca Gambi. 


 

Museo Civico Luigi Varoli, Cotignola RA, corso Sforza 21 e 24

Lacrime Lucia Nanni


30 ottobre – 13 novembre 2016

La mostra è aperta giovedì e venerdì dalle 15.30 alle 18.30,

il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 18.30



Inaugurazione domenica 30 ottobre ore 18



Domenica 13 novembre 2016

> ore 17 Palazzo Sforza / L'onda giovane dei capelli

Visita guidata alla mostra Lacrime con Massimiliano Fabbri e l'autrice Lucia Nanni,
la voce di Francesca Amati (Comaneci, Amycambe) e la chitarra di Matteo Sideri (Ronin)
+ Merenda con pane e vino


> ore 18.30 Casa Varoli / Oscillatori

Musica per fantasmi e ago meccanico + Disegno a pedale

Voce e theremin di Vincenzo Vasi, azione di Lucia Nanni


(Oscillatore) In fisica e nella tecnica, dispositivo nel quale, una volta che sia stato convenientemente eccitato, si generano correnti elettriche oscillanti ovvero insorgono oscillazioni meccaniche.

 




















La mostra è la tappa conclusiva di un progetto che l'artista ravennate Lucia Nanni ha dedicato alle fotografie semiabbandonate dell'ossario comune del Cimitero monumentale di Ravenna: una mostra di volti e facce, una spoon river disegnata con il filo in cui l'autrice ha cucito e ricamato questi sguardi e fantasmi su grandi tessuti e lenzuoli bianchi avorio con una macchina da cucire. 
Un progetto necessario e quasi folle perché Lucia ha deciso di rifarli e copiarli tutti questi volti, in totale più di duecento, creando una commovente processione e stratificazione di ombre.

A restituire e rendere sorprendente questa discesa nel regno dei morti, anche una grande abilità tecnica che innerva questi disegni e memorie, collegandosi anche, perché no, al grande lavoro di Luigi Varoli che in una vita intera si è quasi esclusivamente dedicato a trattenere volti, corpi e affetti, presenze e vite di provincia.

Ricordati di me. Questo in fondo ci dicono un disegno o un dipinto raffiguranti un viso. E questo fa l'arte, colma le distanze, combatte e contrasta l'oblio, proprio questa mostra.






mercoledì 19 ottobre 2016

Festa della ZUCCABARUCCA 2016



Festa della Zucca Barucca / Lunedì 31 ottobre 2016 COTIGNOLA


Laboratori per giovani cucurbitacee

> Scuola Arti e Mestieri via Cairoli 3  
• ore 17 PEZZETTI DI STORIE, PEZZETTI DI CORPI  
Laboratorio di disegno e ascolto per bambini dai 7 ai 12 anni (durata 1 ora e 30)
> Palazzo Sforza corso Sforza 24  
• ore 17 SGUARDI OMBRE FANTASMI 
Laboratorio di disegno e collage per bambini dai 3 ai 6 anni (durata 1 ora)


> In Piazza Vittorio Emanuele ore 17

Biscotti+cioccolatacalda+popcorn Merenda offerta dall'associazione CotignolaInvita e dalle 17 alle 18.30 laboratorio di manifattura  
SACCHETTI PER DOLCETTI Corso Sforza, negozio di fronte a Foto Anna,
da riempire poi nei negozi che aderiscono all'iniziativa (riconoscibili dal logo e locandina esposti in vetrina) ...Dolcetto o Scherzetto? Qui sei il benvenuto!


Sempre in piazza, durante il pomeriggio, incursioni dei  
Clerici Vagantes con FRATE ABELARDO e le tentazioni di BELZEBU' 
Un monaco eremita vaga seguito da un nobile benvestito (che sia il diavolo in persona?). Il pubblico si ritrova immerso e coinvolto nei bisticci di questa coppia itinerante, finché Abelardo e Belzebù, giunti alla fine del loro cammino, danno vita a un momento di spettacolo esilarante e coinvolgente a colpi di arguti ragionamenti, e improvvise magie.
Ore 18.30 > Concorso competitivo e agonistico per le maschere, costumi e travestimenti più spaventosi e belli e sciatti... Il grado di spaventosità delle maschere sarà valutato, da insindacabile giuria, in base al loro valore artigianale e concettuale. Premi speciali per famiglie male in arnese e variamente assortite offerti da COTIGNOLAINVITA

Parata • ore 19 > Partenza dalla piazza
Parata del risveglio zombiesco per le vie del centro con disordinata musica irregolare (musici, uscite dalle tane e aggregatevi!)

Festa e danze

Dalle 19.30 ci si trasferisce tutti al Circolo Campagnolo 
(via Roma 46) con cena autogestita (ognuno porta qualcosa da mangiare e si divide e si spilucca di tutto un po'... il bere lo si può comprare al bar)

Ore 20.30 > Grande Tombola ORRORIFICA
con premi ignoti e segreti e talvolta disgustosi che porteranno da casa (rigorosamente riciclati e già impacchettati!) i giocatori partecipanti.  
I Clerici Vagantes torneranno a trovarci e ad allietare la serata.

Durante la serata, in un angolo segreto del circolo,
lettura de STORIE DE PAURA

ore 22 > Gran Rogo finale dello STREGO BRUTTO  
nel cortile del circolo

NB: L'ingresso ai laboratori e alla serata è libero e gratuito:  
per partecipare alla cena e alla tombola sarebbe bene portare qualcosa 
(cibo e premi) per contribuire alla piena riuscita della festa.

I laboratori di A&M sono a numero chiuso e iscrizione obbligatoria: telefono 0545 42 110 / email: postaselvatica@gmail.com
Il laboratorio a cura di COTIGNOLAINVITA funziona a rotazione per 20 bambini a turno

lunedì 17 ottobre 2016

Corsi e appuntamenti per adulti alla scuola Arti & Mestieri

Comune di Cotignola / Scuola Arti e Mestieri Cotignola / Associazione Selvatica





> primo percorso / IL RICAMO DELLA FORESTA

Il ricamo della foresta è un laboratorio di “cucito punk” per dare una seconda vita ai vestiti che non si portano più... Pezze e scampoli vari, disegni con ago e filo e una macchina da cucire arrembante sono alcuni degli ingredienti per reinventare e trasformare abiti da troppo tempo addormentati e abbandonati dentro l'armadio: vecchi cappotti bucati, gonne svolazzanti sghembe, sbiadite magliette…
Ma non ci sarà solo la trasformazione di piccoli pezzetti arlecchini di stoffa, ma anche disegno, cucito e ricamo in grande, su vecchie tende, coperte e lenzuoli, tessuti con cui si farà un fondale scenografico abitato da flora & fauna per il concerto della cantautrice Mimosa previsto per marzo al Teatro Binario di Cotignola.
Il laboratorio è condotto da Pamela Casadio & Pomelo
Calendario degli incontri: mercoledì dalle 20 alle 22 / 9, 16, 23, 30 novembre, 7 dicembre 2016
Materiale indispensabile per partecipare al laboratorio: una macchina da cucire portata da casa.


> secondo percorso / LA FABBRICA DELLA CARTAPESTA

La fabbrica della cartapesta è un laboratorio per la realizzazione di maschere e altri piccoli oggetti da parata che si ricollega alla importante tradizione della cartapesta cotignolese fatta in occasione della Segavecchia, una tecnica povera e di recupero che nel nostro caso guarda all'uso straordinario che ne ha fatto l'artista Luigi Varoli, come ben testimoniato dai celebri mascheroni conservati nel museo.
Il corso offrirà le nozioni di base di questa tecnica e permetterà a ogni partecipante di realizzare una propria maschera personale e partecipare a qualche gruppo o parata preparate dalla Scuola Arti e Mestieri.
Il laboratorio è tenuto da Pamela Casadio, Alice Iaquinta e Cecilia Pirazzini
Calendario degli incontri: mercoledì, due turni dalle 19 alle 20.30 e dalle 21 alle 22.30
8, 15, 22 febbraio, 1, 15, 22 marzo 2017


> terzo percorso / UN LIBRO?

Non proprio o non solo un libro...
Un laboratorio di disegno, illustrazione e pittura, ma anche di costruzione e assemblaggio; un laboratorio in cui il racconto e il raccontare diventano occasione e scintilla per animare un libro, un libro che non sarà solo fatto di pagine, parole e immagini, ma somigliante a una storia esplosa e quasi tridimensionale, fatta con personaggi, oggetti e scenari che escono e fanno capolino da scatole, vasi, cornici e valigie.
Cinque incontri a cura di Alice Iaquinta in cui affiancare e intrecciare manufatti vari ai gesti e ai luoghi delle narrazioni, in previsione anche di probabili e possibili letture animate dentro a Cotignyork.
Calendario degli incontri: mercoledì dalle 20 alle 22 / 5, 12, 19, 26 aprile, 3 maggio 2017


La partecipazione ai laboratori è gratuita, a numero chiuso e a iscrizione obbligatoria:
Per informazioni contattare la scuola arti e mestieri:
telefono 0545 42 110 / email: postaselvatica@gmail.com

lunedì 19 settembre 2016

Scuola Arti e Mestieri I CORSI DEI POMERIGGI [2016-17]


Comune di COTIGNOLA / Anno Scolastico 2016-2017
SCUOLA ARTI & MESTIERI 
in collaborazione con associazione Selvatica

La Scuola Arti e Mestieri è qualcosa in più e di diverso da una semplice sezione didattica di un museo: è una specie di bottega artigianale, una scuola di quasi arte in cui si sperimentano materiali, linguaggi e tecniche differenti, perché differenti sono le sensibilità e intelligenze delle bambine e dei bambini; anche per questo le nostre lezioni e laboratori non sono individuali ma collettivi e plurali: la dimensione del gioco, un gioco impegnato, resta sempre al centro, così come la convinzione che l'arte sia strumento di emancipazione, crescita e incontro, e spazio per l'errore anche. Il disegno come strumento per vedere meglio, il riciclo creativo e a la seconda vita delle cose a partire da una dei nostri pezzi forti e specialità: la cartapesta; ma anche la ceramica, la pittura, il collage e i libri d'artista... Una varietà e molteplicità che permette di non annoiarsi, e soprattutto sperimentare nuove possibilità, modi di fare e vedere che ricongiungono occhio e mano, e cuore.

I corsi pomeridiani iniziano lunedì 3 ottobre e finiscono il 31 maggio

CALENDARIO DEI CORSI PER BAMBINI DELLA SCUOLA ELEMENTARE E MEDIA

Dai 5 agli 11 anni: LEZIONI dalle 14 alle 16 
> Lunedì con Pamela Casadio  
> Venerdì con Alice Iaquinta 

LEZIONE dalle 16.45 alle 18.30 > Martedì con Pamela

Martedì' dalle 14.30 alle 16 e Mercoledì dalle 15 alle 17 
CORSO PER I RAGAZZI DELLA SCUOLA MEDIA con Massimiliano Fabbri
(un pomeriggio dedicato al fumetto e l'altro alla sperimentazione di tecniche e materiali)

Il Giovedì dalle 15 alle 16.30 a Barbiano, presso la Casa di Arti & Mestieri 
(Piazza Alberico) un corso rivolto al Tempo integrato della scuola Primaria
ma aperto anche a frequentazioni esterne, con Alice

Per iscrizioni e informazioni relative alla natura dei corsi e programmazione 
potete chiamare la scuola Arti & Mestieri a questi numeri: 0545 42 110 / 908 879
oppure scrivete una email a:  
fabbrim@comune.cotignola.ra.it / postaselvatica@gmail.com

NB: il calendario è suscettibile di modifiche relative al numero dei frequentanti 
i singoli corsi, che si attiveranno a partire da un minimo di 5 iscritti.
La retta mensile, comprensiva dei materiali utilizzati nei laboratori, è di euro 15.
Le iscrizioni si possono fare direttamente alla 
scuola Arti & Mestieri (via Cairoli 3, Cotignola RA) 
o presso l'Ufficio Cultura 
(secondo piano, sopra la biblioteca, corso Sforza 24, Cotignola RA)

> SABATO 1 OTTOBRE, DALLE 10 ALLE 12 E DALLE 15 ALLE 18,  
VI ASPETTIAMO ALLA GIORNATA APERTA DELLA SCUOLA ARTI E MESTIERI: POTRETE VISITARE GLI SPAZI E CONOSCERE MEGLIO, INSIEME AI MAESTRI ED EDUCATORI, I NOSTRI PROGRAMMI, I LABORATORI E LE ATTIVITA' CHE PROPORREMO DURANTE L'ANNO AI BAMBINI, E AI GRANDI ANCHE…

A BREVE IL CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI SPECIALI CON I LABORATORI TRA SCUOLA E MUSEO RIVOLTI AI BAMBINI E GRANDI ACCOMPAGNATI, I CORSI PER ADULTI, LE MOSTRE E LE GITE, GLI INCONTRI CON ARTISTI E MOLTO ALTRO ANCORA.


scarica il modulo e il calendario in pdf